Cuore fedele

Cuore fedele

Dramma, di Jean Epstein, Francia, 1923.
Marie è un'orfana sfruttata duramente da un barista nel porto di Marsiglia. Vogliono darla in sposa a Petit Paul, un fannullone ubriacone. Ma Jean, un uomo che lavora nel porto, è innamorato di lei e Marie ricambia il suo sentimento. Marie è costretta a partire con Petit Paul, ma Jean li segue in un luna park dove i due uomini litigano. Nella rissa un poliziotto viene accoltellato e, mentre Petit Paul scappa, Jean viene arrestato. Capolavoro dimenticato del cinema impressionista, un emozionante melodramma pieno di sperimentazioni visive. Immagini, volti e ambientazioni di rara poesia e bellezza.

Spunto di riflessione
Amore e possessività sono sentimenti incompatibili. Se esiste uno l'altro scompare. Quando sei possessivo e usi l'altro come una tua proprietà, stai riducendo quella persona ad una merce. Quella persona per te è un oggetto, una cosa, gli stai togliendo la dignità. In una relazione dominata dalla possessività nessuno ne esce salvo. Entrambe le persone, in modo diverso, si privano del valore più alto: la libertà.

LINGUA: francese (didascalie)
SOTTOTITOLI: italiano

Subscribe Share
Cuore fedele